C'era una volta....

 

Dal mese di giugno 2016 è iniziata la collaborazione dell'Archivio di Stato di Bari con il quotidiano "La Gazzetta del Mezzogiorno" per la realizzazione della  rubrica C'era una volta - La nostra storia sportiva.

La rubrica, pubblicata nelle pagine dello sport barese nell'inserto della Cronaca di Bari, riproponendo lo stretto rapporto che ha legato Michele Ficarelli e La Gazzetta del Mezzogiorno dal 1926 al 1970, vuole rendere omaggio allo sport pugliese dagli anni '40 agli anni '80 del 1900 utilizzando le immagini dell'archivio fotografico M. Ficarelli[1] - conservato presso l'Archivio di Stato di Bari- e le pagine dell'archivio storico del giornale  "La Gazzetta del Mezzogiorno"[2].

 

Prosegui



[1] L' archivio fotografico Michele Ficarelli acquistato dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali in data 13 ottobre 2003 e destinato per competenza territoriale all'Archivio di Stato di Bari, è costituito da circa 150.000 negativi su lastra e pellicola, suddivisi in due parti: la prima, in cui sono confluiti i materiali più antichi,organizzati dal fotografo in grandi temi; la seconda, contenente in prevalenza negativi su pellicola, che testimonia l'attività del fotografo barese dagli anni ‘20 agli anni ‘70 del 1900, e l'attività dello studio Ficarelli del 1970 al 1990 circa.

 

[2] Il quotidiano, nato nel 1887 con la testata "Corriere delle Puglie, diventato poi Gazzetta di Puglia, assume definitivamente il nome di La Gazzetta del Mezzogiorno nel 1928.

Oggi il giornale vende quotidianamente 30.000 copie per un bacino di utenza di circa 500.000 lettori. Ha il merito di aver essere stato pubblicato ininterrottamente dal 1887 sino ai giorni nostri e di aver saputo rappresentare ed interpretare eventi, accompagnare processi di mutamento socio-economici e testimoniare le trasformazioni territoriali pugliesi e meridionali.